BLOGGER CONTRO GIORNALISTI

Il mondo del vino spesso è diviso nella scelta tra blogger e giornalisti. Sono due schieramenti diversi che dividono le scelte del pubblico, ma anche della critica specializzata. Sono le due stesse fazioni a darsi piccole frecciatine e scambi di accuse, a volte anche poco velate. Tu da che parte stai? Chi preferisci, blogger o giornalisti?

CHI SCEGLI TRA BLOGGER/INFLUENCER E GIORNALISTI?

La domanda te la faccio per capire innanzitutto chi preferisci. Ovviamente se hai delle preferenze. Magari mi stai rispondendo che apprezzi o disprezzi entrambi, oppure ti stai schierando a favore di una delle due squadre. Il termine è giusto, perchè questa “guerra mediatica” che si sta creando intorno al dualismo blogger vs giornalisti è più vera che mai!

Prendo spunto da un articolo uscito qualche giorno fa su un blog di un importante giornalista, in cui si parla della “guerra fraticida” tra blogger/influencer e giornalisti. Diciamo che non ho capito e compreso il tono forzatamente critico, sulla base della matematica certezza che un giornalista sia sempre migliore di un blogger. Comunque se vuoi leggere l’articolo, sopra trovi il link.

Intanto mi presento dicendoti che NON sono un giornalista, ma faccio parte dello squadra dei blogger/influencer. Sono meglio o peggio di un giornalista? Non lo so, non mi interessa lodarmi e preferisco che siano gli altri a farlo per me. Piuttosto mi sento di difendere il mio onore, non tanto per la categoria di appartenenza, quanto per l’impegno e il culo che mi faccio per studiare il vino, scrivere nel mio blog e fare continue recensioni per migliorarmi e aumentare la mia conoscenza.

Sugli altri non posso garantire, ma già che ci sono, permettimi di raccontarti la mia storia, così potrai liberamente decidere se ti piace oppure mi consideri un mezzo pazzo delirante.

BLOGGER CONTRO GIORNALISTI

LA MIA STORIA PARTE DALLA PASSIONE

Si, perchè senza quella non mi sarei messo a scrivere su Internet, visto che non avevo neppure le conoscenze per sapere da dove iniziare. Sono partito da una buona base linguistica ( eredità di un liceo classico sempre odiato, ma ora rivalutato ), dalle conoscenze per il vino e dalla voglia di approfondire la mia formazione, di pari passo con il blog e la creazione dei suoi contenuti, per essere un riferimento tra i siti che parlano di vino.

Scrivere di vino mi impone di crescere, migliorarmi e sforzarmi di imparare sempre cose nuove, senza darmi mai per arrivato o svogliato nell’alzare l’asticella della conoscenza del vino. Certo è un lavoro, molto spesso impegnativo, ma da fare se si ha, come il sottoscritto, una passione immensa nei confronti del vino.  Ne parlo anche nella pagina in cui mi presento, qualora te la fossi persa.

Io sono partito così, qualcuno magari in modo diverso. Non giudico gli altri e spero che gli altri facciano altrettanto. Quando noto voglia di condividere, passione e volontà di promuovere questo fantastico mondo, allora sono sereno e felice di essere in una giungla affollata. Non so se arriverò tra i wine blogger più influenti, ma l’impegno ti assicuro che è tanto!

I MIEI GIORNALISTI DEL VINO PREFERITI

Ovviamente mi fermo al mondo del vino, perchè di quello stiamo parlando. Ti do la mia personale classifica verso qualche giornalista del vino che reputo interessante da seguire per stile e competenza.

  • DANIELE CERNILLI – esperto conoscitore e redattore anche di una personale guida, oltre che anima del sito Doctorwine, è tra i massimi esperti italiani del vino. Invitato ovunque, il suo giudizio ( e la sua presenza ) hanno un certo peso.
  • ERNESTO GENTILI – ha avuto esperienze con Gambero Rosso ed Espresso, di cui era il curatore e oggi ha scelto la strada forzata dell’autonomia dopo l’epurazione dal sopraccitato gruppo editoriale. Grande conoscitore che porta uno stile proprio nella comunicazione del vino, fatto di spirito critica e voglia di distinguersi.
  • ANDREA SCANZI – si alterna tra politica e vino, ma il linguaggio è sempre lo stesso. Parla in modo semiserio ma giusto per dare un punto di vista diverso. Questo è il suo blog.
  • ALDO FIORDELLI – penna storica dell’Espresso per cui si occupa della Guida RIstoranti in Toscana, collaboratore de La Civiltà del Bere e studente del Masters of Wine. Insomma uno che ci sa! Ho condiviso con lui un banco degustazione ad Anteprima della Costa Toscana 2016, senza essere cosciente del “mostro” che avessi di fianco.
  • ALESSANDRA PIUBELLO – frizzante veronese dai capelli rossi e conosciuta personalmente durante una cena in una famosa cantina del veronese. Oggi scrive per l’Espresso ma ha avuto collaborazioni con Spirito di Vino, Decanter. È una grande donna, appassionata prima di tutto, e poi scrittrice ed esperta di vino. Resta volutamente fuori dal giro online e dei social.

I MIGLIORI BLOGGER DEL VINO

Non li conosco personalmente, ma li apprezzo per la bravura e le visualizzazioni che fanno. Sono i wine blogger più influenti in Italia e occupano le prime posizioni della classifica dei wine influencer italiani. Io ci sono? No, non mi vergogno di dirlo, anzi. Sto lavorando per diventare un influencer del vino in Italia: datemi il mio tempo!

Ogni tanto capita che qualche azienda vinicola apprezzi in particolar modo il mio lavoro. Ti lascio qualche esempio come questo o questo.

  • FRANCESCO SAVERIO RUSSO – marchigiano di nascita e adottato dalla Toscana ha saputo cavalcare l’onda prima di tanti altri. Invitato alle maggiori manifestazioni vinicole, scrive sul proprio blog di visite, degustazioni e vari argomenti legati al mondo del vino. Stile fresco, competente e contemporaneo.
  • ANDREA GORI – tutti quelli che si avvicinano al vino in versione digitale dovrebbero imparare da lui. È il Sommelier Digitale perchè ha saputo mettere assieme la passione per il vino con le nuove tecnologie. Molto seguito e con un bel peso mediatico, scrive all’interno del blog intitolato al ristorante di famiglia e su varie piattoforme digitali.
  • CHIARA BASSIha creato un proprio blog con l’idea di aiutare gli studenti che si approcciano al corso sommelier, oltre a parlare di spumanti, bolle, bollicine o perlage: chiamale come vuoi! Ha uno stile grafico di stampo femminile, d’impatto e delicato.
  • EMANUELE TRAVIS TRONO – attivissimo sopratutto su Instagram e Facebook è conosciuto con il nome Enoblogger. Comunica in modo giovane, facile e con meno sovrastrutture di altri.

BLOGGER CONTRO GIORNALISTI

PERCHÈ TUTTA QUESTA GUERRA?

Pensaci un attimo. Ha senso fare guerra tra giornalisti e blogger/influencer? Credo che sarebbe più opportuno remare insieme verso una maggiore conoscenza del vino verso il pubblico. Mi occupo di fare consulenza per aziende e ti posso garantire che il livello medio di conoscenza del vino presso i ristoranti è medio/basso: direi anzi basso, ma voglio essere buono!

Visto che nemmeno chi propone il vino al pubblico se ne intende, stiamo ancora a pensare se sia meglio un giornalista o un influencer? Io mi preoccuperei di più di quello che viene scritto, sia su carta che online. È vero che Internet ha dato la parola a molti, rendendo più semplice far sentire la propria voce al mondo. Ma è anche vero che per anni o decenni ci siamo dovuti sorbire giornalisti incapaci anche di indicare la giusta località in cui avveniva un evento.

ECCO LE MIE CONSIDERAZIONI

  • CHI CRITICA I BLOGGER A VOLTE LO È LUI STESSO: il caro Ziliani ha lui stesso due blog, per cui mi sorprende l’attacco al mondo digitale. Se vuoi essere coerente, non andare su Internet e puoi criticare quanto vuoi.
  • ALCUNI GIORNALISTI SI SENTONO MIGLIORI: in quell’articolo si parte dal presupposto che chi è giornalista sia migliore di un blogger. Può anche essere vero, come no, ma fare di tutta un’erba un fascio, non è la migliore condizione di onestà intelletuale. Una persona si misura dall’esperienza e dalla capacità, non dal titolo!
  • IL MONDO CAMBIA: anni fa esisteva la figura del rappresentante di enciclopedia, oggi è sparito. Quindi? Ci piangiamo addosso? Il mondo cambia ed anche in fretta. Se tu non sai stare al suo passo, è un problema tuo.
  • SEI ESPERTO O SAI COMUNICARE? Sai quanti esperti del vino o sommelier ci sono che non sanno spiegare? Puoi essere il migliore giornalista del vino, ma devi anche essere bravo a spiegare a chi non sa nulla dell’argomento. Non ti sono mai capitati professori a scuola che erano dei geni, ma incapaci di farti capire la materia che insegnavano? Nel mondo del vino è uguale!

NE HO ANCORA QUALCUNA

  • L’INGLESE ORMAI DEFINISCE TUTTE LE ATTIVITÀ: se il problema è la definizione in inglese, abituati all’idea. Ormai nel mondo del lavoro, e anche nel settore del vino, tutte le mansioni vengono definite con nomi inglesi, per cui spero non sia questo il problema. Wine blogger, wine influencer e altri termini simili sono all’ordine del giorno.
  • OGNUNO PARLI COME CREDE: non esiste un solo modo di comunicare, perchè ci sono tante persone nel mondo e lo stesso metodo di comunicazione non funziona per tutti. Quindi usa il tuo e lascia liberi gli altri di usare il proprio.
  • CI SONO TANTI CLIENTI, TU PRENDI I TUOI: siamo sette miliardi di persone al mondo e c’è pieno di potenziali clienti. Ognuno deve essere bravo a prendersi una nicchia, una fetta di questo mercato. Che problema c’è in tutto ciò? Il giornalista del vino avrà i suoi seguaci, mentre altre persone seguiranno i wine influencer migliori d’Italia.

RACCONTAMI LA TUA SUI WINE BLOGGER INFLUENCER

Mi dici cosa ne pensi? In modo schietto, ovviamente. Cerco uno scambio di opinioni sincero, un confronto e anche possibilità di miglioramento. Mi piace pensare che tutti i giorni si possa imparare, anche e soprattutto dalle critiche, quando sono costruttive e con un senso logico importante.

Lasciami un tuo commento oppure CONDIVIDI l’articolo sui social per VEDERE CHE EFFETTO FA sui tuoi contatti. Ci stai?

GIÀ CHE CI SEI METTIMI UN LIKE ALLA ➡ PAGINA FACEBOOK ⬅

di MORRIS LAZZONI

VinoperPassione

Il vino è semplice da capire, basta avere passione

19 Febbraio 2018. © Riproduzione riservata